Cookies help us deliver our services. By using our services, you agree to our use of cookies.

COMMONERS VOICES

Rimaflow: una casetta per i bambini dei detenuti di Bollate




“UNA TRACCIA DI LIBERTÀ”
UNA CASETTA PER I BAMBINI DEI DETENUTI DI BOLLATE

“Una traccia di libertà” è un progetto del Politecnico di Milano e Amministrazione Penitenziaria con la collaborazione del Gruppo della Trasgressione.
RiMaflow vi ha partecipato con i suoi artigiani costruendo una struttura di incontro per i detenuti e le loro famiglie che sarà inaugurata il prossimo ottobre nel giardino del carcere di Bollate. Docenti, studenti, detenuti e lavoratori/trici insieme per costruire spazi di libertà e dignità e trasformare la pena in occasione di rinascita dell’umano.

Di seguito un report fotografico che illustra l’incontro con i docenti e gli studenti del Politecnico di Milano**, con il Gruppo della Trasgressione* e le fasi di lavorazione e istallazione della struttura costruita nei laboratori di RiMaflow insieme agli artigiani della Cittadella dei mestieri.

Su questo progetto il “Corriere della sera” ha scritto un articolo che è possibile leggere al seguente sito:

* Per il Politecnico di Milano il il lavoro di studio e di progettazione è stato realizzato dagli studenti di Architettura Urbanistica e Ingegneria delle Costruzioni coordinati dai loro docenti Andrea Di Franco, Chiara Merlini, Michele Moreno e Lorenzo Consalez.

**il “Gruppo della Trasgressione” coordinato dal prof. Angelo Aparo è composto da detenuti ed ex detenuti del carcere di Milano, da studenti e neolaureati di Psicologia e Giurisprudenza ed operano nei carceri di S. Vittore, Opera e Bollate e collabora con decine di insegnanti e artisti.



Tratto da Rimaflow

3 Comments

Anonymous avatar

Anonymous

November 23, 2018 at 22:01

e pensare che c'è qualcuno che li vorrebbe sgomberare...

Card my life through a lens 110632

CommonADA

November 25, 2018 at 16:11

Ancora una volta gli artigiani di Ri-maflow dimostrano il loro importante valore sociale — bellissima iniziativa grazie anche ai colleghi del politecnico e agli studenti

Card x2154tvorb%2blvqzbmog wg thumb 1b36

Q

November 29, 2018 at 13:43

Loving it!